Make your own free website on Tripod.com

 GITE IN TRENTINO NEL 2002 E NEL 2003 ALLA SCOPERTA DI LUOGHI TRADIZIONI E SPECIALITA' LOCALI

 
 
 

MUSEO DEL MART - ROVERETO

Oggi 25 Aprile 2003, Donatella e io, decidiamo di recarci a Rovereto  ( 25 Km da Trento ) per visitare il Museo d'arte contemporanea più grande d'Europa. Arrivati davanti al museo le aspettative sono più rosee delle più ottimistiche previsioni. Il parcheggio macchina è al coperto e gratuito, con ascensore per il ritorno al pian terreno. Si entra, dopo aver percorso un corridoio di mura altissime nella parte antistante il museo, l'occhio spazia intorno sull'enorme cupola in tubi e plexiglas lassù in alto, che sembra di essere entrati in una grande astronave.

     

 

MUSEO CAPRONI - TRENTO

Trento 25 aprile 2003. Scendendo verso Rovereto si incontra l'aeroporto Caproni ( TN ) e vicino all'aeroporto c'è l'omonimo museo. Degni di nota sono gli aerei in esso conservati e mostrati al pubblico in un grossissimo angar. C'è quasi 100 anni di aviazione con i più bei esemplari, originali, di aerei che prodotti e costruiti in Italia ne raccontano inevitabilmente un pò la sua storia.

 

     
   

il museo diocesiano

 

Il Museo Diocesano Tridentino presenta una selezione delle sue raccolte più significative, ordinare in specifiche sezioni secondo criteri cronologici, per autore o ambito culturale. Per la pittura, le opere esposte offrono un’esauriente panorami­ca della produzione locale e dei rapporti che essa intrattenne con le culture limitrofe, lombarda, veneta e austriaca, tra Medio Evo e Neoclassicismo. Nella sezione relativa alla scultura lignea vengono presentate sculture e Flùgelaltàre (altari a portelle) realizzati dalle più importanti botteghe operanti nella diocesi tra la fine del XIV secolo e la seconda metà del ‘500.

     
   

il castello del buonconsiglio

Come uno scrigno prezioso, pieno di storia, arte e incanti. Il Castello del Buonconsiglio di Trento è così, ogni edificio che lo compone ci parla di un'epoca e dei suoi protagonisti, dai Principi Vescovi di Trento alla dominazione napoleonica, da quella Austro Ungarica all'esecuzione di Cesare Battisti, eroe dell'irredentismo italiano. Eppure, entrando nel grande complesso monumentale, il primo pensiero va a quel piccolo  giardino rinchiuso fra le mura, dove dame e cavalieri tenevano le feste  della Corte e il liuto intonava serenate. Oggi il Buonconsiglio ospita il Museo Monumenti e Collezioni Provinciali, da cui dipendono anche le sedi staccate del Castello di Stenico, del Castel Beseno e del Castello Thun.

     

 

Museo tridentino di scienze naturali

E' un ente pubblico che opera nel campo delle scienze naturali, con particolare attenzione al territorio alpino e all'ambito trentino. Nelle proprie sale il Museo propone esposizioni di storia naturale. Possiede inoltre una fornita biblioteca specialistica, un'aula magna, un bookshop, laboratori di ricerca, aule per la didattica. Il Museo promuove la cultura scientifica con l’obiettivo di renderla accessibile al grande pubblico, e presta particolare attenzione al proprio ruolo educativo. Perciò ha sviluppato una rete di istituzioni museali e centri di ricerca diffusa nel territorio trentino che persegue l’innovazione della didattica, della divulgazione e delle metodologie di educazione permanente.
 

ENIO HOME PAGE